Nei primi anni 1950, gli archeologi hanno portato alla luce numerose tavolette di argilla del 14° secolo a.C. Nella antica città siriana di Ugarit, tra gli altri contenuti è stata trovata questa scritta con segni cuneiformi in lingua hurrita”, che si è rivelato essere il pezzo più antico conosciuto di musica, mai scoperto, un inno sumerico di 3400 anni fa.
Anne Draffkorn Kilmer, docente di Assiriologia presso l’Università della California, ha prodotto l’interpretazione nel 1972. Il pezzo, scrive Richard Fink in un articolo di 1988 in Archeologia Musicalis, conferma una teoria che la scala diatonica di 7 note, così come l’armonia, esisteva 3400 anni fa.
Kilmer Richard Crocker sostiene che la scoperta ha rivoluzionato l’intero concetto di origine della musica occidentale.
Allora, dibattiti accademici a parte, come suona  la più antica canzone del mondo?

Ascoltate una versione midi qui sotto. Anche se il ritmo del pezzo è solo una supposizione.
Kilmer e Crocker hanno pubblicato un libro audio su vinile (ora in CD) chiamato Suoni dal silenzio in cui si narrano le informazioni relative alla musica antica del Vicino Oriente, e, in un libretto di accompagnamento, ci sono le fotografie e traduzioni delle tavolette da cui il brano sopra proviene. Danno anche agli ascoltatori una interpretazione della canzone, dal titolo A Hurrian Cult Song from Ancient Ugarit, eseguita su una lira. Purtroppo, per quella versione, dovrete effettuare un acquisto, ma si può sentire una diversa interpretazione della canzone di Michael Levy , come trascritto dal suo scopritore originale Dr. Richard Dumbrill.

La più antica canzone del mondo

Hurrian Hymn No. 6 (c.1400 B.C.E.) Frammento di musica dell’Antica Mesopotamia

(Fonte: kricio.com / risvegliodiunadea.altervista.org)

Lascia un commento