Akītu

L’Akītu, è la festa del Nuovo Anno (Capodanno) celebrata in Babilonia. Tale festa è attestata in area mesopotamica già in epoca pre-sargonica e fino al III secolo d.C., ed è la festa babilonese più importante e poteva essere celebrata solo alla presenza del suo re. Questa festa veniva celebrata per dodici giorni nel mese di…

Dettagli

Enûma Eliš

L’Enûma Eliš (in italiano “Quando in alto”, in cuneiforme: ) è un poema teogonico e cosmogonico, in lingua accadica, appartenente alla tradizione religiosa babilonese, che tratta in particolar modo del mito della creazione e le imprese del dio Marduk, divinità poliade della città di Babilonia (Babylōnía, greco antico; in accadico Bābilāni, da Bāb-ili che rende…

Dettagli

Enki e Ninmah: i primi tentativi (andati male) di creazione dell’uomo

Il mito che qui propongo è un vero classico della letteratura sumera. Vi si narra del primo tentativo di creazione dell’uomo, ad opera di Enki e Ninmah, perché questo potesse portare ‘il giogo degli dei’, cioè svolgere tutte quelle attività che erano svolte dagli dei minori. La storia si svolge in 4 parti. Nella prima…

Dettagli

Il mistero della biblioteca di metallo di Padre Carlo Crespi

Il Padre italiano Carlo Crespi (1891-1982), era giunto nella selva amazzonica ecuadoriana nel 1927. Con il tempo aveva ammassato, presso la sua missione salesiana di Cuenca, una fantasmagorica collezione di manufatti antichi d’inestimabile valore storico e archeologico: statuette d’oro di stile mediorientale, numerosi oggetti d’oro, argento o bronzo: scettri, elmi, dischi, placche, e molte lamine…

Dettagli

Atraḫasis

Atraḫasis (accadico, lett. “il molto saggio”; ma reso anche come Atramḫasīs, Atra-ḫasis, Atar-ḫasis o Atrahasis), presente nella letteratura in lingua accadica anche come Utanapištim (accadico; lett. “Colui che ha trovato la vita”; reso anche come Ut-napištim o Utnapištim) e, nella letteratura sumerica, indicato con il nome di Ziusudra (sumerico, Zi-u4-sud-ra, lett. “Vita dai giorni prolungati”;…

Dettagli

Il centro di controllo missione degli Anunnaki sulla Terra

Mentre dunque Enki affrontava la sua faticosa impresa pionieristica sulla Terra, Anu e l’altro suo figlio, Enlil, ne osservavano gli sviluppi dal Dodicesimo Pianeta. I testi mesopotamici affermano chiaramente che il vero responsabile della missione sulla Terra era Enlil, e perciò, appena si decise di proseguire la missione, egli stesso scese sulla Terra. Per lui…

Dettagli