Babilonia e Marduk – La morte di Alessandro

All’inizio dell’estate del 331 a.C. Alessandro radunò un vasto esercito e marciò verso il fiume Eufrate, sulle cui rive, nel suo corso meridionale, sorgeva Babilonia. Anche i Persiani, ancora guidati da Dario, assemblarono un’armata composta da cavalleria e carri e aspettarono l’arrivo di Alessandro, immaginando che avrebbe seguito il tradizionale percorso verso sud lungo l’Eufrate.…

Dettagli

Alessandro Magno – Il semidio in cerca dell’immortalità

Nella primavera del 334 a.C., Alessandro di Macedonia conduceva un ingente esercito greco attraverso l’Ellesponto, uno stretto braccio di mare che separa l’Europa dall’Asia (ora noto come stretto dei Dardanelli), e avviva la prima invasione armata dell’Asia dall’Europa di cui si sia a conoscenza. Le sue forze militari, composte da 15.000 soldati scelti di fanteria…

Dettagli

Lugal-e (Seconda guerra della piramide)

Il mito ‘Le conquiste di Ninurta’ o ‘Uno shir-sud per Ninurta’ è la base mitologica per quella che Sitchin chiama la ‘Seconda guerra della Piramide’, lo scontro tra Ninurta e Marduk. Nel mito Ninurta combatte contro ASAG o AZAG, nome composto da A2+SAG3 dove SAG3 corrisponde a SIG3. Il nome è un gioco di parole, infatti SIG3 come verbo significa ‘battersi con’ ma anche ‘far tremare – terremoto…

Dettagli

Le dodici ore dell’Amduat nelle tombe della Valle dei Re

L’Amduat, letteralmente “ciò che è nell’aldilà”, è un libro che fa parte di quei testi religiosi dell’antico Egitto destinati ad accompagnare il defunto nel suo viaggio nell’oltretomba per consentirgli di “vivere” ancora nel mondo ultraterreno. Si tratta, generalmente, di formule e di racconti incentrati sul viaggio notturno del Dio sole (nelle sue diverse manifestazioni) e della sua lotta con le forze…

Dettagli

Le profezie del ritorno. “Il futuro sarà come il passato”

Torneranno? Quando? Queste domande mi sono state poste tante di quelle volte che non saprei nemmeno quantificarle. Il soggetto sottinteso, “loro”, sono naturalmente gli Anunnaki, la cui saga ha riempito i miei libri. La risposta alla prima domanda è, sì, torneranno. Esistono indizi da seguire, e profezie del Ritorno che si devono ancora compiere. La risposta…

Dettagli

Yehu-Shuah – Salvatore di Yahweh e la coppa di Elia

Pur mantenendo l’impressione di scegliere il proprio sommo sacerdote e re, la Giudea divenne a tutti gli effetti una colonia romana, governata prima dai quartier generali in Siria, poi dai governatori locali. Il governatore locale, chiamato procuratore, si assicurò che gli Ebrei scegliessero un Ethnarch (“Capo del Consiglio ebraico), affinché fungesse da Sommo Sacerdote del tempio,…

Dettagli

La coppa di Elia e la cena pasquale

La leadership ebraica si divideva tra i Farisei, che praticavano una religione più rigorosa, interpretata alla lettera, e i Sadducei, più liberali, con una mentalità più aperta, più internazionale, che riconoscevano l’importanza di una diaspora ebraica già diffusasi da Egitto e Anatolia alla Mesopotamia. Oltre a queste due correnti principali, sorsero anche sette più piccole, a volte…

Dettagli

Gerusalemme: un calice svanito nel nulla

Nel XXI secolo a.C., quando vennero usate per la prima volta le armi nucleari sulla Terra, Abramo venne benedetto con pane e vino in nome del Signore Altissimo a Ur-Shalem, – e proclamò la prima religione monoteista dell’umanità. Ventun secoli dopo, un discendente di Abramo celebrò una cena speciale a Gerusalemme e portò sulle spalle una…

Dettagli