Argilla, spirito e carne

Di chi è dunque la colpa? Ricapitolando quanto detto finora dai precedenti post: 1- Dalla terra, l’uomo 2- In Mesopotamia: «quando gli dèi erano uomini» 3- In Grecia: antropogonie in competizione Promētheús, il demiurgo 4- Weʾe e Promētheús: intelligenze a confronto 5- Figli di un dio ubriaco 6- La prima donna: la caduta dell’uomo 7-…

Femmine, inganni e serpenti

La tradizione Yahwista – lo abbiamo visto – pone l’accento sul fatto che l’uomo venne creato prima, e la donna dopo (Bǝrēʾšîṯ [2: 21-24]). Se il motivo può avere qualche analogia con il mito greco della creazione di Pandṓra, separata e successiva a quella dei maschi, niente del genere si può dire riguardo alla materia…

Presso gli ebrei: ĀḎĀM e ḤAWWĀH

Il mito mesopotamico è indispensabile per comprendere le origini del più famoso mito antropogonico dell’occidente, quello biblico. Come detto altrove, la Bibbia fu compilata probabilmente durante l’epoca della deportazione babilonese (586-538 a.C.) o subito dopo, e i teologi che si occuparono di dare una forma canonica agli scritti sacri cucirono testi di diversa antichità e…

Quando gli dei erano uomini

Iniziamo il nostro viaggio alle origini della condizione umana, da un testo di epoca paleobabilonese, i cui primi frammenti furono trovati da John Smith, negli anni ’30 del secolo scorso, tra le rovine della Biblioteca di Aššur-bâni-apli (Assurbanipal, 668-627 a.C.), negli scavi dell’antica Ninive. Il testo venne subito conosciuto come «poema di Atraḫasîs», in quanto…

Tradotto un verso sconosciuto dell’Epopea di Gilgamesh

Un accordo fortuito tra il museo della città di Sulaymaniyah, in Iraq, e un trafficante di antichità, ha gettato nuova luce su una delle storie più famose mai scritte: “L’epopea di Gilgamesh”. La nuova scoperta, una tavoletta d’argilla, rivela un “capitolo” precedentemente sconosciuto del poema epico, originario dell’antica Mesopotamia. Questa nuova sezione fornisce nuovi dettagli…

Asherah, la moglie di Dio (Yahweh)

Pensare ad un culto della dea madre all’interno della religione ebraica potrebbe a prima vista sembrare completamente insensato: in fondo stiamo parlando della religione monoteistica per eccellenza, che non ammette altra divinità all’infuori di Jahweh e che condanna senza remissione ogni pur velata forma di deviazione politeistica. Le cose stanno certamente così, ma solo se…

Stralci di alcuni miti

In quest’ultimo capitolo esamineremo stralci provenienti da testi diversi, alcuni già menzionati, mettendoli in relazione a particolari della teoria di Sitchin e spiegandone l’attinenza, il valore a volte scientifico altre volte documentale. Il primo da analizzare, che abbiamo già menzionato più volte e di cui mi son riproposto di analizzare alcuni passaggi,è l’Atra Hasis, la…