Uno strano serpente egizio

Il mitico serpente dell’Antico Egitto detto “Mehen”, “Il Serpente Arrotolato”, frequentemente citato negli antichi testi della letteratura egizi viene definito dal “Dictionary” di Wallis Budge”, come il Dio serpente che protegge all’interno del “Duat”. In realtà troviamo nell’iconografia egizia tre possibili rappresentazioni del Mehen. A) Gioco da tavolo Il gioco del Mehen, ritrovato in numerose…

Continua a leggere

I giorni prima del diluvio secondo Beroso

Assoldato dal re Tolomeo Filadelfo nel 270 a.C. circa, Manetho (trasposizione in greco di Men-Thoth = “dono del dio Thoth”) redasse la storia e la preistoria dell’antico Egitto in tre volumi. Il manoscritto originale, noto come Aegyptiaca, fu depositato nella biblioteca di Alessandria, per poi andare perduto con altre opere letterarie insostituibili e tesori documentari a…

Continua a leggere

Le dodici ore dell’Amduat nelle tombe della Valle dei Re

L’Amduat, letteralmente “ciò che è nell’aldilà”, è un libro che fa parte di quei testi religiosi dell’antico Egitto destinati ad accompagnare il defunto nel suo viaggio nell’oltretomba per consentirgli di “vivere” ancora nel mondo ultraterreno. Si tratta, generalmente, di formule e di racconti incentrati sul viaggio notturno del Dio sole (nelle sue diverse manifestazioni) e della sua lotta con le forze…

Continua a leggere

Strade celesti … dagli egizi agli arabi passando per gli ebrei

Come abbiamo più visto nei libri di Massimo Barbetta gli antichi Egizi descrivevano dei “corridoi, condotti, cunicoli” chiamati QERRT in geroglifico. Attraverso essi si spostava la “Barca di Ra”nel suo viaggio all’interno del Duat per raggiungere “l’isola del fuoco o ” isola delle fiamme”, patria degli déi, posta nella profondità dell’Abisso cosmico del “NU”. Nel “libro dell’Amduat”…

Continua a leggere

Cosmologia egizia

Non è semplice, credetemi, dipanare il sottile, confuso ed esile fil rouge, sepolto da migliaia di anni di oblio e dimenticato tra le sabbie del deserto che univa Astronomia e Teologia alla cosmologia Egiziana. Ho cercato di riassumere i concetti principali attingendo da varie letture, tra cui i due splendidi libri di Massimo Barbetta. Fissiamo…

Continua a leggere

La visione di Balaam

Amenhotep IV o Amenophis IV alias AkhenAten Circa sessanta anni dopo l’Esodo degli Israeliti, in Egitto si verificarono sviluppi religiosi decisamente insoliti. Alcuni studiosi li considerano come un tentativo di adottare il monoteismo – forse sotto l’influenza delle rivelazioni del Monte Sinai, durante il regno di Amenohotep IV (a volte chiamato Amenophis IV), che lasciò Tebe…

Continua a leggere

Quale fu lo scopo dell’Esodo?

La Bibbia ebraica apre la storia della migrazione israeliana dall’Egitto nel suo secondo libro, Esodo, ricordando al lettore che la presenza israelita in Egitto ebbe inizio quando, nel 1833 a.C., Giacobbe (che venne ribattezzato Israel da un angelo) e undici suoi figli, con i propri figli, si unirono a Giuseppe, un altro figlio di Giacobbe e…

Continua a leggere

Il ritorno del re? Le guerre di religione

I sacerdoti-astronomi scrutavano di continuo i cieli all’orizzonte, l’AN.UR sumero, la base del cielo, probabilmente perché Marduk ottenne la supremazia in accordo con il Tempo Celeste, l’orologio zodiacale. Non serviva guardare in alto, verso l’AN.PA sumero, “la cima del cielo”, perché Marduk come stella, ossia Nibiru, era già distante e invisibile. Ma, in quanto pianeta…

Continua a leggere

Il mito di Osiride

Nell’antico Egitto, il dio la cui morte e risurrezione venivano celebrate ogni anno con alternarsi di dolore e di gioia, era Osiride, la più popolare delle divinità egiziane, e vi sono forti ragioni per classificarlo in uno dei suoi aspetti con Adone e con Attis, come la personificazione dei grandi cicli annuali della natura e particolarmente…

Continua a leggere

Le visioni di Gudea

Gli studiosi sono a conoscenza dell’esistenza di un altro testo profetico/messianico che ci è giunto dall’antico Egitto, ma ritengono che sia stato composto a posteriori e che finga soltanto una profezia, attribuendosi una data antecedente. Per essere più specifici, mentre il testo afferma di rivelare profezie fatte al tempo di Sneferu, un faraone della Quarta Dinastia…

Continua a leggere

Le profezie di Ipu-Wer, destini dell’uomo

Negli annali del genere umano, il XXI secolo a.C. ha visto nel Vicino Oriente uno dei capitoli più gloriosi della civiltà, meglio noto come il periodo di Ur III. Fu allo stesso tempo un periodo devastante e di grandi difficoltà, perché vide la fine di Sumer, avvolta da una letale nube nucleare. Dopo quell’evento tutto cambiò.…

Continua a leggere

Antichi misteri

Una piattaforma di danza per giganti Di che vivevano gli antichi egiziani? Khufu era dunque un truffatore? Perché le piramidi furono costruite proprio là dove ora le vediamo? Salme viventi per surgelazione? Preistorici creatori di figurini di moda Il metodo del C14 è assolutamente sicuro? A nord di Damasco sorge la terrazza di Baalbek: una…

Continua a leggere

Una rivisitazione della cronologia della terra

Mentre mi trovavo a Baku e rileggevo alcuni passi del Earth Chronicles Handbook mi venne in mente che molti eventi raccontati nei libri di Sitchin erano stati lasciati fuori dalla cronologia che lui offre in un paio dei suoi volumi; inoltre, per alcune datazioni, offriva certi avvenimenti ma ne tralasciava altri…. non solo, non arrivava…

Continua a leggere

Lo sguardo della Sfinge

Con il passare del tempo le piramidi di Giza furono incluse nella mappa di atterraggio che aveva le cime dell’Ararat come punto focale e Gerusalemme come Centro di controllo della missione, e che guidava i veicoli spaziali fino al porto spaziale situato nella penisola del Sinai. All’inizio, però, le piramidi dovevano servire come segnali guida,…

Continua a leggere

Le piramidi degli dèi e dei re

Nei sotterranei del British Museum è conservata da qualche parte una tavoletta di argilla trovata a Sippar, il “centro di culto” di Shamash in Mesopotamia. Il dio è rappresentato seduto su un trono, sotto un baldacchino sostenuto da una colonna a forma di palma da dattero . Un’altra divinità presenta a Shamash un re e…

Continua a leggere

Il passato è il nostro futuro

Sembra che le profezie non parlino di tempo lineare – anno uno, anno due, anno novecento ecc. – bensì di una ripetizione ciclica degli eventi, la credenza fondamentale che “le prime cose saranno le ultime”; ossia qualcosa che può accadere solo quando la storia e il tempo storico si muovono in circolo, dove il punto…

Continua a leggere

La montagna sfuggente

I Nefilim avevano stabilito il loro porto spaziale postdiluviano in qualche luogo della penisola del Sinai. E sempre qui, in qualche luogo della stessa penisola, i mortali almeno pochi eletti, con la benedizione del loro dio  si erano potuti avvicinare ad una certa montagna. Qui gli uomini uccello che stavano di guardia ordinarono ad Alessandro…

Continua a leggere

La scala che porta al cielo

Immaginiamo di trovarci all’interno del magnifico tempio funerario del faraone. Dopo aver mummificato e preparato il faraone per il suo viaggio, i sacerdoti dello Shem invocano ora gli dèi affinché aprano per il re una strada e una porta. Il messaggero divino è arrivato dall’altra parte della falsa porta, pronto a far passare il faraone…

Continua a leggere

Il viaggio del Faraone verso l’oltretomba

Le avventure di Alessandro e la sua ricerca degli antenati immortali contengono senza dubbio elementi che sembrano ripetere le loro esperienze: caverne, angeli, fuochi sotterranei, cavalli fiammeggianti e Carri di Fuoco. È altrettanto chiaro, però, che nei secoli che precedettero l’era cristiana, Alessandro  o i suoi biografi, o tutti e due – credevano che se…

Continua a leggere

Gli immortali progenitori

La breve vita di Alessandro il Macedone fu davvero piena di conquiste, avventure, esplorazioni, e di un bruciante desiderio di arrivare a quello che si considerava l’estremo limite della Terra – l’India, appunto  per scoprirne i divini misteri. Non fu una ricerca senza meta. Figlio della regina Olimpia e, presumibilmente, di suo marito il re…

Continua a leggere

Come Giuseppe salvò l’Egitto

Questa è una storia complessa i cui ingredienti, apparentemente, non hanno alcun nesso logico: una storia della Bibbia, un problema vecchio di 3.800 anni, sogni enigmatici di un faraone, potere politico negli anni ’60 e un ingegnere americano che visse nell’Ottocento; il loro comun denominatore è il mio antenato Giuseppe. Tutto ciò mi indusse a…

Continua a leggere

Dall’Egitto: uomini come vasi

Se in Mesopotamia la creazione dell’uomo si configurava come un progetto tracciato a tavolino da divinità ciniche e interessate, gli Egiziani preferivano vedervi piuttosto l’opera di un abile artigiano. Alle incubatrici e le «fabbriche della carne» in cui Enki aveva posto argilla mista a sangue, corrispondevano in Egitto eleganti ruote di vasaio su cui il…

Continua a leggere

Profezie egizie e destini dell’uomo

Negli annali del genere umano, il XXI secolo a.C. ha visto nel Vicino Oriente uno dei capitoli più gloriosi della civiltà, meglio noto come il periodo di Ur III. Fu allo stesso tempo un periodo devastante e di grandi difficoltà, perché vide la fine di Sumer, avvolta da una letale nube nucleare. Dopo quell’evento tutto…

Continua a leggere

Le attribuzioni dei compiti da Ra a Geb e Thoth

Il mito chiamato ‘Le attribuzioni dei compiti da Ra a Geb e Thot’ è la terza parte di un testo geroglifico che gli studiosi chiamano “La distruzione dell’Umanità”, ritrovato inciso nella tomba di Seti I (1350 a.C. circa secondo la Cronologia Lunga, 1280 a.C. circa secondo la Cronologia Breve) ma le cui parti principali sono…

Continua a leggere

L’origine della Dea

L’archeologia e la storiografia sono sempre stati soggetti a errori dettati dall’approssimazione delle nozioni acquisibili dai reperti, dalla loro non sempre possibile verifica, e da un processo messo in atto dagli studiosi stessi, processo che porta a ritenere tutto ciò che non si comprende come ‘reperto votivo’ o ‘oggetto di culto’. Ciò successe con i…

Continua a leggere

La menzogna della dea lunare

È opinione comune che la Luna, forse per il suo nome femminile, sia stata storicamente associata a divinità femminili. Se ciò è in parte vero, non è però vero quanto sostengono molti appassionati di mitologia del circuito femminista / wicca. Queste persone si spingono, per orgoglio femminile, a dichiarare che la Luna è un ‘simbolo…

Continua a leggere

Ningishzidda / Thoth / Quetzalcoatl

Ningishzidda is a Sumerian god, generally thought to be equivalent to the Egyptian Thoth and the Greek Hermes. Laurence Gardner, in fact, identifies Thoth as being Hermes-Trismegistus. There is the possibility Ningishzidda was also the early MesoAmerican god, Quetzalcoatl. (TRADUZIONE) Ningishzidda è un dio sumero, generalmente pensato per essere l’equivalente al Thoth egiziano e a…

Continua a leggere

Il mito di Ercole e la precessione degli equinozi

Ercole (Herakles, Eracle in greco) è il più celebre degli eroi greci, figlio di Zeus e di Alcmena, donna mortale nipote di Perseo. Si racconta che Zeus, invaghitosi della bella Alcmena, approfittando dell’assenza del marito di lei, Anfitrione, prese le sue sembianze e giacque con lei per una notte che egli fece durare quanto tre:…

Continua a leggere

Le tavole smeraldine del dio Thoth l’atlantideo

Le Tavole Smeraldine dette anche di Thoth, non tutti conoscono la storia di queste tavole e conoscerla fà comprendere meglio questi testi così inconsueti. Bisognerebbe leggere tutte le tavole per farsi un’idea chiara, altrimenti è come essere davanti ad un panorama e guardare solo un particolare che, non può dare la visione d’insieme. La rilettura…

Continua a leggere

Giza e la sua funzione

La nostra conclusione, secondo la quale le piramidi di Giza furono costruite non dai faraoni ma dagli Anunnaki, millenni prima, contraddice ovviamente le teorie tradizionali sulle piramidi. La teoria proposta dagli egittologi del XIX secolo, per la quale le piramidi, compresa quella di Giza, sarebbero state costruite dai faraoni come tombe grandiose per loro stessi,…

Continua a leggere

Horus e Seth (Prima guerra della Piramide)

«Nell’anno 363 Sua Maestà Ra, il Santo, il Falco dell’orizzonte, l’Immortale che vive per sempre, si trovava nella terra di Khenn. Era accompagnato dai suoi guerrieri, poiché i nemici ave-vano cospirato contro il loro signore…. Horus, il Misuratore Alato, venne alla barca di Ra e disse al suo progenitore: “O Falco dell’orizzonte, ho visto i…

Continua a leggere

Inanna ed Ebih (terza guerra della piramide)

Secondo Sitchin, il mito ‘Inanna ed Ebih‘ racconta della guerra della piramide che coinvolse Marduk e Inanna, guerra scaturita, secondo Sitchin, dalle mire espansionistiche che la giovane dea cercava di realizzare tramite il suo matrimonio con Dumuzi. In seguito alla morte del suo sposo, queste mire non poterono più essere realizzate, e Inanna se la…

Continua a leggere

Maya, Egizi e Sumeri

Si sono fatti tantissimi studi e si sono scritti centinaia di libri sulle piramidi egiziane, quelle azteche, e sulle ziggurat mesopotamiche, come in generale anche sugli altri monumenti megalitici sparsi per il globo. Pochi libri però hanno esaminato le corrispondenze dell’orientamento di questi monumenti l’uno rispetto all’altro.Quasi tutti gli autori si fermano ad esaminare l’allineamento…

Continua a leggere

Le origini della nostra civiltà

Una serie di slides che presentano i punti essenziali della teoria di Zecharia Sitchin, disposti in modo da formare una cronologia della origine delle civiltà mediorientali, dall’arrivo degli Anunnaki al bombardamento del Sinai  e  consecutiva nascita di Babilonia. http://www.slideshare.net/ningishzidda74/anunnaki-le-origini-della-nostra-civilt Questo invece è un video, sarebbe la 2a parte del post precedente. (Alessandro Demontis)

Continua a leggere

Da Sumer al Transumanesimo

YAHWEH Prendete un aereo che vi porti nel sud dell’Iraq,ovviamente dopo aver messo in valigia la vostra macchina del tempo tascabile. Uscite dall’aeroporto, dirigetevi in uno dei tanti villaggi del governorato di Al-Qaadisiyah, aprite la valigia e mettete in funzione il vostro dispositivo. Destinazione: il primo giorno di luna nuova del 3760 a.C.. Assisterete a…

Continua a leggere